Menu

ILMAONLINE.EU

Scuola di Musica Antica
Regolamento 2016

Aggiornamento pubblicato il 6/7/2016

 

Parte I - Durata, periodicità e tipologia dei corsi
Parte II - Norme per la frequenza ai corsi

 

PARTE I

DURATA, PERIODICITÀ E TIPOLOGIA DEI CORSI

Art. 1.          I corsi annuali della Scuola di Musica Antica "Girolamo Dalla Casa", aperti unicamente ai soci dell'Associazione Antiqua, prevedono normalmente 20 incontri annui, in media 2 incontri o due ore di lezione al mese per 10 mesi all’anno. I corsi comprendono normali lezioni individuali e corsi speciali (stage) di natura sia pratica sia teorica, relativi alla tecnica, allo stile, all’interpretazione, alla conoscenza dei trattati e della prassi esecutiva e ad ogni altro argomento sia ritenuto utile dalla Direzione e dai Docenti. I corsi speciali vengono fissati di anno in anno secondo le esigenze didattiche e le disponibilità dei docenti interessati e comunicati tempestivamente a tutti gli allievi.

Art. 2.          Ogni allievo, per ogni anno di corso, ha facoltà di iscriversi a una fra le quattro sottoelencate tipologie diverse di corso:
a) Corsi completi. Questa formula, oltre alle normali lezioni individuali, consente di frequentare gli stage ed i corsi speciali previsti di anno in anno dalla Direzione, senza alcun sovrapprezzo rispetto alla quota annuale di frequenza; gli stage diventano così a tutti gli effetti parte integrante dello studio. Ogni stage sostituisce un certo numero di ore di lezione, comunicate dalla Direzione. Il numero annuo totale di lezioni, fra lezioni individuali e sedute di stage, è fissato a 20; il numero massimo annuo di ore di recupero, di cui all'art. 7 ed all'art. 9, è fissato a 3. La Direzione, a propria discrezione, può limitare il numero massimo di iscrizioni a questa tipologia di corso.
b) Solo lezioni. Questa formula prevede la stessa quota annuale della precedente, ma dà diritto a frequentare esclusivamente 20 ore annue di lezione individuale. Agli allievi è data comunque facoltà di frequentare uno o più stage previsti, versando però una quota aggiuntiva agevolata fissata di volta in volta per il singolo stage. La frequenza ad uno stage, per questa categoria di allievi, non sostituisce alcuna lezione individuale. Il numero annuo totale di lezioni individuali è fissato a 20; il numero massimo annuo di lezioni di recupero, di cui all'art. 7 ed all'art. 9, è fissato a 3.
c) Solo lezioni tempo parziale. Questa formula prevede una quota ridotta rispetto alla precedente e dà diritto a frequentare esclusivamente 10 ore annue di lezione individuale. Agli allievi è data comunque facoltà di frequentare uno o più stage previsti, versando però una quota aggiuntiva agevolata fissata di volta in volta per il singolo stage. La frequenza ad uno stage, per questa categoria di allievi, non sostituisce alcuna lezione individuale. Il numero annuo totale di lezioni individuali è fissato a 10; il numero massimo annuo di lezioni di recupero, di cui all'art. 7 ed all'art. 9, è fissato a 1.

d) Una tantum. Questa formula prevede lezioni individuali o frequenza a stage, esclusivamente su prenotazione e subordinatamente alla disponibilità della Scuola o dei docenti. La quota di partecipazione da versare per la singola lezione individuale o la frequenza al singolo stage è fissata in misura più alta rispetto a quella delle due formule precedenti. Per quest’ultima tipologia di corso non è previsto alcun numero minimo o massimo annuo di lezioni.

Art. 3.          Il Consiglio di Amministrazione di Antiqua stabilisce annualmente l’importo della quota annuale di partecipazione per le tipologie a), b) e c), la quota di partecipazione relativa ai singoli stage e lezioni speciali, la quota di partecipazione relativa a lezioni una tantum di tipologia d) e ogni altra condizione economica a cui i soci allievi della Scuola sono soggetti.

 

top

PARTE II

NORME PER LA FREQUENZA AI CORSI

Art. 4.          Per essere ammessi ai corsi, gli aspiranti devono sostenere un esame di ammissione a cura del Direttore della Scuola, che può delegare tale adempimento ai Docenti dei corsi. È cura del Direttore stabilire i criteri e le modalità dell’esame medesimo.

Art. 5.          Gli allievi devono essere soci dell’Associazione Antiqua e devono essere in regola col versamento della quota associativa. In caso di iscrizioni di gruppi, ciascun membro del gruppo deve essere individualmente socio di Antiqua.

Art. 6.       Gli allievi versano quote di partecipazione stabilite dal Consiglio di Amministrazione dell’Associazione di anno in anno e, per quanto attiene ai corsi speciali ed alle lezioni una tantum, di volta in volta. I versamenti si effettuano in forma anticipata secondo le modalità stabilite dall’art. 11.

Art. 7.          La Direzione comunica agli allievi con congruo anticipo il luogo ed il calendario delle lezioni individuali. Tale calendario può essere comprensivo di date supplementari per consentire a coloro che fossero stati eventualmente assenti di recuperare le lezioni perse; in alternativa, la Direzione ha facoltà di concordare con i singoli iscritti le date e gli orari delle lezioni di recupero.

Art. 8.          In caso di necessità (assenza o malattia dei docenti, indisponibilità dei locali, cause di forza maggiore ecc.), la Direzione, d'accordo col Docente interessato, fissa una data sostitutiva, non compresa fra quelle del calendario comunicato, ed aggiorna il calendario medesimo dandone tempestiva comunicazione agli allievi.

Art. 9.          Non è consentita la frequenza parziale o per periodi limitati e non è consentita l'interruzione o la sospensione dei corsi annuali di tipologia a) e b), salvo che venga autorizzata per iscritto nei casi eccezionali previsti ed espressamente individuati nell’ultimo paragrafo del successivo articolo 10.
Gli allievi di tipologia a) che dovessero essere assenti ad una lezione individuale o ad una seduta di stage facente parte integrante del corso, e gli allievi di tipologia b) e c) che dovessero essere assenti ad una lezione individuale possono recuperare l’assenza usufruendo di una o più fra le ore annue previste, a norma dell'art. 2, per i recuperi. È cura degli allievi attivarsi per il recupero delle lezioni perse, comunicando obbligatoriamente all’incaricato di Antiqua o al proprio Docente, tassativamente entro il 30 novembre di ciascun anno, l’intenzione di prendere parte ad una particolare lezione di recupero; in alternativa, la data della lezione di recupero può essere concordata con la Direzione o col Docente, secondo quanto previsto dall’art. 7.

Art. 10.        Per i corsi di tipologia a) (corsi completi) non sono previsti rimborsi o sconti per lezioni individuali o sedute di stage facenti parte integrante del corso perse per qualunque motivo, senza colpa della Scuola o dei suoi insegnanti, e non recuperate, né per assenze che superino il numero totale di lezioni recuperabili nel corso dell’anno, fissato dall’art. 2. Analogamente, per i corsi di tipologia b) (solo lezioni) e c) (solo lezioni tempo parziale) non sono previsti rimborsi o sconti per lezioni individuali perse per qualunque motivo, senza colpa della Scuola o dei suoi insegnanti, e non recuperate, né per assenze che superino il numero totale di lezioni recuperabili fissato dall’art. 2. Per la frequenza facoltativa a singoli stage da parte di allievi delle categorie b) e c) e da parte di altri eventuali iscritti esterni alla Scuola, la tassa relativa già versata non è rimborsabile in caso di assenza totale o parziale dallo stage già prenotato.
Solo in casi eccezionali e per motivi gravi che comportino l’assenza continuativa dell’allievo per un periodo di almeno sei mesi oppure in caso di iscrizione di un nuovo allievo nel corso dell’anno, la Direzione, se ritiene, può consentire ad un singolo allievo di tipologia a) o b), esclusivamente previo accordo confermato per iscritto, una frequenza annua inferiore, ridimensionando proporzionalmente la sua quota di partecipazione.

Art. 11.        Per i corsi di tipologia a) e b), la quota annuale di partecipazione deve essere versata anticipatamente in dieci soluzioni, entro il giorno 5 dei mesi di gennaio, febbraio, marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, settembre, ottobre e novembre dell'anno di corso. In alternativa, la quota di partecipazione può essere versata, sempre anticipatamente, in due soluzioni, a gennaio e luglio dell'anno di corso, o in un'unica soluzione a gennaio dell'anno di corso. Forme diverse di versamento delle quote possono essere oggetto di accordi particolari confermati per iscritto.

Per i corsi di tipologia c) la quota annuale di partecipazione deve essere versata anticipatamente in cinque soluzioni entro il giorno 5 dei mesi indicati nel formulario della domanda. In alternativa, la quota di partecipazione può essere versata, sempre anticipatamente, in un'unica soluzione prima dell'inizio del corso. Forme diverse di versamento delle quote possono essere oggetto di accordi particolari confermati per iscritto.
I versamenti mensili o semestrali costituiscono rate di una quota annuale che resta unitaria e sono consentiti unicamente per comodità degli allievi. Ai sensi dell’art. 9, la loro cadenza mensile o semestrale non autorizza in nessun modo l’allievo ad interrompere o sospendere i versamenti successivi, che dovranno comunque essere continuati fino alla fine dell’anno di corso già iniziato anche nel caso in cui la frequenza alle lezioni dovesse essere interrotta o sospesa.
Per la frequenza a lezioni di tipologia d), la quota relativa va versata all’atto della lezione medesima. Per la frequenza facoltativa a singoli stage da parte di allievi della categoria b) e c), la quota relativa va versata prima dell’inizio del corso, entro il termine fissato dalla direzione e comunicato agli interessati.

 

 

torna su

 

«Il profumo della bellezza, ovunque essa si trovi»

 

ventennale